3 errori da evitare nel Marketing Farmaceutico, a tutti i costi!

Quando si parla di Marketing di settore, oggi, si tende a pensarlo digitale. Soprattutto con la pandemia, il canale virtuale ha assunto una dimensione diversa e di spessore molto maggiore, anche agli occhi di chi era abituato a usare strategie di comunicazione su media cartacei. Ma sei sicuro di saperlo davvero usare, o di essere davvero pronto a investire nel digitale? Vediamo quali sono i 3 errori da evitare quando si tratta di Marketing Farmaceutico oggi

Quando si parla di Marketing di settore, oggi, si tende a pensarlo digitale. Soprattutto con la pandemia, il canale virtuale ha assunto una dimensione diversa e di spessore molto maggiore, anche agli occhi di chi era abituato a usare strategie di comunicazione su media cartacei. Ma sei sicuro di saperlo davvero usare, o di essere davvero pronto a investire nel digitale?

Vediamo quali sono i 3 errori da evitare quando si tratta di Marketing Farmaceutico oggi

1) LOCALE VINCE SEMPRE

La prima cosa da evitare è abbandonare l’ottica dell’investimento locale, spinti anche dall’entusiasmo e dalle possibilità della rete. ERRORE! Soprattutto in questo settore, invece, fare LOCAL SEO premia tantissimo. SEO sta per Search Engine Optimization e con questa parola si intendono tutte le tecniche mirate ad aumentare la propria visibilità online, migliorando appunto i risultati legati alla propria identità professionale nei motori di ricerca. Va bene digitalizzarsi, va bene stare al passo coi tempi, ma è bene non dimenticarsi dell’importanza che la farmacia, in quanto spazio fisico, ha sul proprio territorio e sui pazienti.
La Farmacia resta un punto di riferimento assoluto : quello che consigliamo è di investire in pubblicità geolocalizzata, cominciando da aree ristrette per poi allargare il giro della propria zona d’azione. Ma la parola d’ordine resta: LOCALE.

Non farti mancare un buon sito web, non ridurlo a un “biglietto da visita” o cosiddetto “sito vetrina”, ma ricorda sempre che il tuo approccio deve essere innanzitutto Locale anche sul web.

2) CURA IL TUO SPAZIO FISICO, NON SOLO QUELLO VIRTUALE

L’Abito non fa il monaco. Che oggi molti si siano dati al commercio online e vendano dal salotto di casa propria le merci più disparate, è un discorso che non è in linea con l’identità imprenditoriale della Farmacia. E’ molto importante il modo in cui la Farmacia si presenta non solo per una questione estetica ma anche e soprattutto di Customer Experience. La Customer Experience si traduce con “Esperienza del Cliente” : riguarda il modo in cui inizia e si conclude un processo di acquisto del tuo cliente e la soddisfazione che ha recato a quest’ultimo.
Un ambiente pulito, ordinato, spazioso; i prodotti sistemati in un certo modo; un personale adeguatamente formato e soddisfatto del proprio lavoro sono tutti punti a favore delle azioni di marketing che andrai a operare per la tua Farmacia, online e non.

Quello che mostrerai fisicamente si rifletterà sul tuo lavoro di marketing digitale, sui social network e sul tuo sito web. Potrebbe perfino compensare ad ipotetiche mancanze nei tuoi canali digitali!

Ma il tuo spazio non è solo la tua Farmacia in quanto tale : è anche il tuo organico, i tuoi collaboratori. E l’ultimo ma non meno importante punto tre della lista riguarda proprio loro. Continua a leggere!

Fe.MaRo.Farma Farmacista Competitivo : 3 cose da non fare per la tua Farmacia - B2E, B2C, l'importanza del tuo spazio lavorativo
Un dipendente sereno è importante per una buona esperienza di acquisto del tuo Paziente!

3) “DIPENDENTE” VIENE PRIMA DI “CLIENTE” !

Davvero stiamo scrivendo una cosa del genere? Si. Acronimi come B2C e B2B ormai ci sono familiari, ma B2E? Molto meno, e molto male!
B2E sta per “Business to Employee” , letteralmente “Da Azienda a Dipendente”. Secondo la definizione del Cambridge Dictionary, questa particolare strategia consente ad una realtà imprenditoriale di costruire la propria solidità attraverso i suoi stessi dipendenti, fornendo degli incentivi e promuovendo un ambiente di lavoro soddisfacente. Questo perché il miglior promoter della tua Farmacia è il tuo Dipendente.

Una buona comunicazione interna e un lavoro ben premiato si tradurranno in collaboratori più sereni, spontaneamente propensi a fari testimonial della tua attività e sicuramente apprezzati dai tuoi clienti e potenziali tali.

Ricorda sempre che il primo Marketing possiamo definirlo P2P, da Persona a Persona.

Questi sono 3 brevi consigli per cominciare “Dal Basso” a migliorare il tuo Marketing in Farmacia. Lo hai trovato utile? Condividilo!

FacebookLinkedInYouTube